RSS

Risposta medica a Garattini

22 Ott

Garattini: dal fronte degli omeopati qualcosa si muove

Dopo l’editoriale di Omeopatia33 della settimana scorsa, la redazione di Omeopatia33 ha ricevuto molte lettere, provenienti sia da pediatri di famiglia, medici di Medicina Generale sia da ospedalieri. Il commento è stato unanime: d’accordo, i colleghi, con il nostro articolo e condivisa indignazione per l’atteggiamento fuorviante del professore del Mario Negri.

di Simonetta Bernardini

Fa piacere che a condividere la nostra risposta alle falsità proposte sui giornali e nei telegiornali da Garattini e Remuzzi siano stati anche medici non omeopati a confermarci l’impressione che i medici che tutti i giorni si trovano davanti i problemi di salute dei cittadini siano convinti che le guerre avviate da una parte dell’establishment del pensiero dominante della medicina di oggi non servano a nulla e che, piuttosto che le barricate dovremmo stendere ponti per avviare un dialogo che è ancora più necessario quando le posizione sono così clamorosamente e inutilmente distanti. Del resto lo scambio culturale ai fini di un approccio interdisciplinare alla cura è la ragione stessa dell’esistenza della SIOMI, che negli anni ha saputo coagulare intorno a se la più parte dei medici omeopati italiani impegnati a vario titolo nel SSN. Per questo motivo noi chiudiamo questo capitolo con l’invito riportato nella nostra lettera aperta: si apra il “Mario Negri” ad un confronto con la SIOMI non preconcetto e non pregiudizievole. Da questa settimana, tra l’altro, in rete c’è una novità: la SIOMI ha aperto una mailing list di scambio che consentirà a tutti i suoi soci di condividere le loro opinioni tra di loro oltre che con il Direttivo della Società. L’iniziativa è nata a seguito della necessità di coordinare i medici italiani esperti anche in omeopatia davanti al rischio della pandemia influenzale, con lo scopo di poter disporre di una task force nazionale che possa concordare le strategie migliori, omeopatiche e convenzionali, per gestire l’allarme sanitario. Ma la lista consentirà anche ai medici italiani esperti in omeopatia di sentirsi più vicini, di confrontarsi, per meglio partecipare gli uni con gli altri il loro ruolo unico e speciale in Italia: essere medici che praticano la medicina integrata. Ne’ omeopati chiusi nel loro sapere dunque, ne’ medici “convenzionali” chiusi nelle loro certezze. Ma colleghi saggi, preparati, innamorati della medicina e impegnati a rifertilizzare il sapere della medicina contemporanea grazie all’approccio interdisciplinare alla cura offerto dalla conoscenza delle medicine complementari.

 
 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: