RSS

La compliance medico-paziente.

19 Nov

Si scrive ‘compliance’, si legge ‘alleanza terapeutica’!

di Luigi Turinese

Uno dei punti salienti della clinica è costituito indubbiamente dal grado di alleanza terapeutica che si stabilisce tra sanitario e paziente: ciò che va sotto il nome di “compliance” (taluni preferiscono parlare di “concordance” o “co-operation”). Lo studio promosso dalla ASL2 di Lucca ha cercato di indagare i motivi della “diserzione” da parte di pazienti che non si sono presentati ai controlli stabiliti. 1287 pazienti sono stati visitati nell’arco di sei anni (1998-2004), più frequentemente per patologie respiratorie – in particolare di origine allergica -, dermatologiche e gastroenteriche. Nell’arco di tempo che va dal giugno 2002 al maggio 2003 sono stati visitati 204 pazienti, 100 dei quali hanno aderito all’invito di tornare a controllo. Dei 104 “disertori”, si è riusciti a contattarne telefonicamente 73 per conoscere i motivi della loro mancata adesione al programma di follow-up. Tra gli intervistati, 36 avevano portato a termine il trattamento – in linea con gli studi secondo i quali soltanto la metà dei pazienti affetti da malattie croniche effettua la terapia prescritta, a prescindere dal tipo di terapia – riscontrando nell’81% dei casi un’efficacia sufficiente a demotivarli nei confronti della visita di controllo. A proposito di questo fenomeno, è opportuno suggerire una maggiore attenzione alla comunicazione nel corso della prima visita: abituato com’è a interventi sintomatici, il paziente va edotto sull’importanza determinante di un trattamento di terreno con valenze preventive, soprattutto in caso di malattie croniche con tendenza alle recidive. I motivi addotti da coloro che non avevano portato a termine il trattamento (51% degli intervistati) sono stati vari; ma soltanto tre hanno trovato la terapia inefficace, mentre nessuno ha lamentato effetti collaterali. Un dato interessante concerne il fatto che l’81% dei 73 pazienti intervistati si è dichiarato pronto, in futuro, a utilizzare ancora l’omeopatia.

 
 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: